IL BUFFONE BONOANIENTE
Giullarata

Il testo completo è depositato alla Siae

E' la storia del buffone Bonoaniente, chiamato così dalla gente perché non ha un lavoro, non ha una casa; se ne sta tutto il giorno su un albero e osserva la gente. Un giorno il prete lo scopre mentre lui sta rubando delle mele dall'albero della chiesa e gli prospetta una terribile punizione nell'aldilà se non si metterà a lavorare. Bonoaniente decide di seguire il consiglio e che lavoro farà? Un mestiere che può fare solo un buffone, un buono a niente e uno che conosce molto bene la gente del suo paese, dove tutti vivono tra la casa, il lavoro, la chiesa, ma dove ci sono ancora tanti egoismi e ipocrisie. Naturalmente è un paese molto, molto lontano da noi... tanti e tanti anni fa...